DUEPUNTIACAPO

Cooperativa Sociale ONLUS - Una grammatica della differenza

 

Tempo libero e vacanze

VACANZE PER GRUPPI DI PERSONE DISABILI

L'intervento educativo con le persone disabili riconosce nel momento della vacanza una specifica valenza educativa che in questa premessa al progetto pedagogico, organizzativo e gestionale, ci sembra importante tematizzare nei suoi possibili contenuti.

Sulla scorta di un'idea di educazione anzitutto come elaborazione condivisa dell' esperienza che accade nel qui ed ora, all'interno di reti relazionali significative, il progetto di una vacanza risulta costitutivo di un setting pedagogico particolarmente predisposto a fare agire e reagire i molteplici fattori che compongono l'esperienza quotidiana del disabile, secondo percorsi esplorativi innovativi.

In questi anni i momenti residenziali trascorsi con gruppi di persone conosciute dai nostri servizi ci hanno consentito di osservare come i contesti spaziotemporali e ambientali diversi offrano lo spunto per significative ridefinizioni dell'immagine identitaria (dell'identità personale) acquisita fino a quel momento.

La vacanza risulta un territorio potenzialmente denso di possibilità esperienziali in grado di far emergere vissuti e azioni "non previsti", sia dal punto di vista dell'"utente" che da quello dell'educatore. E' il progetto di un tempo ed uno spazio diverso, di una diversa scansione della giornata, con azioni e occasioni anch'esse diverse, che contribuisce a mostrare e a far emergere non solo e non tanto una diversità dell'utente indotta da pratiche diverse quanto una relazione specifica tra utente ed educatore, laddove sono in gioco aspettative e desideri significativi.

Nel tentativo di enucleare i significati più evidenti, interni ad una generica esperienza di vacanza, rinviamo ad un ampio significato di esperienza educativa intesa come esteso contenitore nel quale azioni e parole si richiamano in un orizzonte di senso progettato e semanticamente aperto, dove gli attori partecipano di un oggetto intenzionale definito, relazionandosi in modo asimmetrico, all'interno di confini regolati che ne delineano la reciproca appartenenza.

In senso lato, compito dell'educatore è proprio quello di accogliere una dimensione relazionale, punto di partenza per accedere ai vissuti delle persone disabili e farsene carico in termini di risposte comunicative e di azioni pratiche.

In una vacanza, il divertimento è obbiettivo educativo nella misura in cui è risposta ad un bisogno (quello di di-vertere), è interno ad una domanda di senso e necessita per il suo raggiungimento di una specifica mediazione e sostegno pratico e simbolico.

Storicamente ci siamo quasi sempre occupati di persone conosciute dai nostri servizi e questo offre un indiscutibile vantaggio quando si vanno a definire i luoghi, i tempi e gli obiettivi di una vacanza. Nonostante ciò ogni volta il momento residenziale ha costituito una tappa importante di riconoscimento e scoperta di tratti nuovi, di aspetti prima nascosti e dunque è divenuto occasione di ripensamento e riprogettazione della relazione e dell'intervento anche nel tempo quotidiano.
D'altra parte, per chi non è già conosciuto il momento della vacanza rappresenta comunque una scommessa determinata dallo sforzo appunto di conoscersi, manifestando all'altro parte di sé di negoziare aspettative, limiti e bisogni, e dalla spinta a creare un legame di fiducia sulla base del quale ci si affida, rendendo con ciò possibile l'esporsi e lo sperimentare il nuovo.

Duepuntiacapo Cooperativa Sociale Onlus - Via Coti Zelati, 49 - 20037 Paderno Dugnano (MI) - P.Iva 00945980969 – CF. 09179070157
Sede operativa: Via Manzoni 11 - 20037 Paderno Dugnano (MI) - Tel. 02.99045242 - Fax. 02.99048880
Copyright 2008 - Duepuntiacapo cooperativa sociale ONLUS - webmaster